Cronaca
Violenza fisica e morale

Genitore lodigiano minacciato e picchiato dal figlio 17enne, interviene la Polizia

Il ragazzo soffre di tossicodipendenza, per aiutare la famiglia è stato deciso il suo collocamento in comunità.

Genitore lodigiano minacciato e picchiato dal figlio 17enne, interviene la Polizia
Cronaca Lodi, 22 Agosto 2022 ore 12:01

Fondamentale l'intervento dei poliziotti della Questura di Lodi nell'interrompere i gravi episodi di violenza commessi da un figlio minorenne nei confronti del genitore. L'adolescente ha dei problemi di tossicodipendenza.

Numerose violenze fisiche e morali

Il personale della squadra mobile della Questura di Lodi ha ricevuto la notizia di un genitore vittima delle violenze domestiche commesse dal figlio minorenne convivente. Con numerose violenze fisiche e morali ai danni del padre il ragazzo ha reso dolorosa la convivenza familiare.

Dal mese di maggio 2022 fino alla recente esecuzione della misura cautelare, il minore ha danneggiato i mobili e l'arredamento di casa in preda alla rabbia e ha offeso ripetutamente il padre. Il genitore è stato minacciato in più occasioni fino ad arrivare ad episodi di violenza fisica.

Salvata l'incolumità dei familiari

In una delle ultime occasione si è reso necessario l'intervento delle volanti per riportare alla calma il figlio in preda a scatti di ira. Questi episodi venivano commessi anche in presenza dell'altro fratello minore.

L'autorità giudiziaria per i minorenni di Milano ha ricevuto le informazioni necessarie dalla Polizia venendo a conoscenza anche dei gravi problemi di tossicodipendenza di cui soffre il lodigiano.

Dopodiché ha provveduto ad emettere nei confronti del diciassettenne la misura cautelare del collocamento in comunità, eseguita nei giorni dalla squadra mobile di Lodi. In questo modo è stata messa la parola fine alle condotte violente per salvaguardare l'incolumità dei familiari.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter