Evade, scappa e ruba lo zaino a uno scout durante la Messa

Gli inquirenti hanno individuato il ladro di Villanterio in camice da ospedale. 

Evade, scappa e ruba lo zaino a uno scout durante la Messa
Lodi, 06 Agosto 2019 ore 15:49

Gli inquirenti hanno individuato il ladro in camice da ospedale.

Scappa dall’ospedale e ruba lo zaino a uno scout

Non si è fatto alcuno scrupolo: mentre i ragazzi del gruppo scout stavano partecipando alla Messa nella chiesa di San Francesco a Lodi, l’uomo si è introdotto all’interno della Chiesa, ha afferrato lo zaino di un ragazzo e se l’è data a gambe levate.

Purtroppo per lui però il camice da ospedale con cui andava in giro non è passato inosservato agli occhi dell’uomo che chiede la carità fuori dalla chiesa. Grazie alle indicazioni da lui fornite, infatti, gli agenti sono riusciti a individuare e riconoscere il ladro.

L’individuazione del ladro

All’uomo che consuetudinalmente chiede la carità fuori dalla Chiesa è parso probabilmente strano vedere un uomo con il camice da ospedale e un braccio fasciato uscire dalla Messa con uno zaino in spalla: del resto, però, il mondo è bello perché è vario. Appena capito che si trattava di un ladro l’uomo si è però messo subito a disposizione degli inquirenti, fornendo un’accurata descrizione del losco individuo e aiutandoli a rintracciarlo.

Grazie alle informazioni acquisite, gli agenti hanno effettuato una ricerca incrociata in tutti gli ospedali della zona scoprendo che un paziente si era allontanato dalla struttura senza informare nessuno.

Sono così riusciti a risalire al colpevole: si tratta di T.S., cittadino romeno residente a Villanterio, evaso dagli arresti domiciliari. Dopo essere scappato l’uomo si sarebbe reso autore di un incidente stradale a Villanterio, a seguito del quale sarebbe stato ricoverato con un fasciatura al braccio.

L’uomo dovrà ora rispondere del reato di furto e di evasione dagli arresti domiciliari.

TORNA ALLA HOME

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia