Cronaca
Questura Lodi

Estorsione e violenze nei confronti della ex: 40enne finisce in carcere

L'uomo, pluripregiudicato, deve scontare una pena residua pari a due anni e sei mesi di reclusione.

Estorsione e violenze nei confronti della ex: 40enne finisce in carcere
Cronaca Lodi, 28 Ottobre 2022 ore 18:00

Servizi anticrimine di prevenzione e contrasto dei reati contro il patrimonio: un 40enne portato in carcere ed emessi sei avvisi orali nei confronti di altrettante persone.

Estorsione e violenze nei confronti della ex

Nell'ambito dell'attività di contrasto dei reati contro il patrimonio, la Squadra Mobile ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall'Autorità Giudiziaria nei confronti di un quarantenne pluripregiudicato residente nel capoluogo: il medesimo, condannato in via definitiva, è stato riconosciuto colpevole di vari reati tra i quali una estorsione ed atti di violenza nei confronti della ex convivente, commessi in passato in provincia di Lodi. Il 40enne è stato condotto in carcere per scontare un residuo di pena pari a due anni e sei mei di reclusione.

Sei avvisi orali

Sempre nell'ambito delle attività di prevenzione dei reati contro il patrimonio, la Divisione Anticrimine della Questura di Lodi ha elaborato alcuni provvedimenti volti a frenare le condotte delittuose.

Il Questore di Lodi ha quindi emesso sei avvisi orali nei confronti di altrettante persone e in particolare:

  • un quantarantottenne residente in provincia, pregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio: egli, pochi giorni or sono è stato individuato e denunciato all'A.G. per il furto di un veicolo parcheggiato sulla pubblica via.;
  • un trentacinquenne residente in provincia: lo stesso, già denunciato in passato per reati contro il patrimonio e la persona, è stato trovato in possesso di oggetti d'effrazione e strumenti idonei allo scasso;
  • due uomini (di ventotto e quarant'anni) e due donne (di ventisei e trentacinque anni), tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio: gli stessi, nonostante le precedenti censure, si sono resi responsabili di un furto aggravato commesso recentemente all'interno di un esercizio commerciale di Sant'Angelo Lodigiano.
Seguici sui nostri canali