Escursionisti Pollino, 11 vittime, anche bergamaschi milanesi e bresciani

Sono per la maggior parte Lombarde le persone coinvolte nell'esondazione del torrente in Calabria.

Escursionisti Pollino, 11 vittime, anche bergamaschi milanesi e bresciani
21 Agosto 2018 ore 08:50

Escursionisti Pollino: era un gruppo di bergamaschi, milanesi e bresciani quello che ieri è stato sorpreso da una piena nelle gole del Raganello, in Calabria. Sono 11 le vittime accertate fino ad ora, 5 i dispersi.

Aggiornamento: una delle vittime è di Bergamo

Tra le vittime della tragedia del Pollino anche una bergamasca. Si tratta di Paola Romagnoli, 55 anni. Nata e cresciuta a Bergamo Paola dopo l’università aveva proseguito gli studi in Svizzera. Da lì si era trasferita in Francia, a Tolosa, dove da tempo esercitava la professione di immunologa.

Escursionisti Pollino travolti dalla piena

Avevano deciso di fare un’escursione nel parco nazionale del Pollino. Ma sono stati colti di sorpresa dall’esondazione del torrente Raganello, a Civita di Castrovillari.Gli escursionisti si trovavano in un’area fatta di gole e canyon quando l’ingrossamento del torrente li ha sorpresi. Alcuni sono riusciti a rifugiarsi su alcuni scogli, mentre altri non sono riusciti a salvarsi.

Bergamaschi, bresciani e milanesi

Si tratta di un gruppo costituito per la maggior parte da lombardi, provenienti da Bergamo, Brescia e Milano. Sono 11 al momento le vittime accertate della tragedia, ci sono però ancora 5 dispersi. Le ricerche sono andate avanti per tutta la notte. Nessuna informazione è al momento trapelata sull’identità delle vittime.

I soccorsi

Incessanti le operazioni di soccorso e ricerca dei Vigili del Fuoco e degli uomini del Soccorso alpino e speleologico. Si teme che, oltre alle 36 persone che per certo sono rimaste coinvolte nell’esondazione, possano esserci altri escursionisti. La zona in questo periodo è molto battuta e non tutti si avvalgono delle guide.

 

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia