Cronaca
il ricordo

Due anni fa l'inizio dell'incubo Covid: nel Lodigiano ora però vince la voglia di ripartire davvero

Ieri si è svolta una biciclettata lunga 72 km che ha toccato tutti i 10 paesi del Lodigiano che avevano costituito la "prima zona rossa".

Due anni fa l'inizio dell'incubo Covid: nel Lodigiano ora però vince la voglia di ripartire davvero
Cronaca Lodi, 21 Febbraio 2022 ore 10:22

Oggi, 21 febbraio 2022, sono due anni esatti da quella che è diventata la data dell'inizio della pandemia in Italia: due anni da quando il Covid è entrato prepotentemente nelle nostre vite stravolgendole, rendendosi protagonista dei nostri discorsi, delle nostre giornate, delle nostre paure e movimenti.

Oggi a distanza di due anni una luce sembra esserci grazie alla campagna vaccinale e alla capacità di riuscire ad arginare questo virus che è riuscito a mietere 153mila vittime e 11 milioni di contagiati in così poco tempo. E proprio oggi a Codogno si celebra la si celebra la 'Giornata dedicata alla Comunità resiliente di Codogno e alle vittime del Covid-19' con una cerimonia presso la chiesa parrocchiale di San Biagio e della B.V. Immacolata ed è stato organizzato con Regione l'evento "Codogno 2020 - 2022".

Due anni di pandemia

Nel Lodigiano, quando si torna indietro con la memoria a quel febbraio 2020, il sentimento cardine è la paura: è da qui che tutto è iniziato, qui che i timori si sono fatti concreti e che le strade e le case sono state chiuse per la prima volta.

La "prima zona rossa", le prime autocertificazioni, i militari in strada per controllare che nessuno uscisse e assicurarsi che il virus non si diffondesse, qui i primi morti e le prime famiglie distrutte e divise.

Un tempo così lontano eppure così vicino..

Biciclettata di ricordo

Per non dimenticare e per dare un importante segnale di ripartenza ieri, domenica 20 febbraio 2022, si è svolta una biciclettata di circa 702 km che ha fatto tappa in tutti i 10 comuni della prima zona rossa lodigiana.

Il sindaco di Codogno, Francesco Passerini, ha spiegato il senso di questo evento:

"E' una giornata importante, che vogliamo ricordare anche perché torniamo a vivere sensazione di divertimento, allegria, gioia e sport.. che non erano del tutto scontati in questi due anni. Speriamo che sia l'ultimo anniversario in periodo di pandemia, stringiamo ancora i denti per l'ultimo metro di questa tragedia. sono convinto che questo sarà uno dei primi eventi che riporteranno nel nostro territorio sentimenti in questi due anni purtroppo troppo poco abbiamo vissuto. Abbiamo tantissima voglia di ripresa."

All'iniziativa, patrocinata da tutti e dieci i comuni della bassa colpiti per primi dal Covid, hanno partecipato circa 400 persone provenienti dalla provincia di Lodi ma anche da quelle limitrofe. Tra loro anche l’assessore regionale alla protezione civile Pietro Foroni, sempre presente a questi venti del "suo lodigiano":

A Codogno una mostra fotografica

A Codogno ha aperto una mostra fotografica in ricordo dei difficili giorni vissuti proprio due anni fa: a scattare è Marzo Toniolo, 38 anni, di San Fiorano (uno dei comuni colpiti dal Covid per primi). Con i suoi scatti ha raccontato la vita difficile della prima zona rossa, mostrando la paura e una nuova quotidianità.

La commemorazione a Codogno

Proprio oggi lunedì 22 febbraio 2022 si celebra la 'Giornata dedicata alla Comunità resiliente di
Codogno e alle vittime del Covid-19'. L'appuntamento era alle ore 10.30 presso la chiesa parrocchiale di San Biagio e della B.V. Immacolata (piazza XX Settembre - Codogno/LO).

Qui si è tenuta una messa per tutti le morti causate dal Covid, poi la commemorazione al cimitero di Codogno, dove istituzioni e cittadini si sono riuniti per non dimenticare. In un momento di raccoglimento e con la banda a dare da sottofondo, il sindaco di Codogno Francesco Passerini ha ricordato i 242 decessi che il piccolo paese simbolo della lotta al covid ha subito solo nei primi tre mesi di pandemia, un numero spaventoso per una comunità unita come quella di Codogno.

Prossimo appuntamento alle 17

Regione Lombardia, in collaborazione con Asst-Lodi e Comune di Codogno ha organizzato per oggi  alle ore 17, presso l'ex Ospedale Soave di Codogno (viale Gandolfi 6) l'evento 'Codogno 2020 - 2022'. Saranno presenti il presidente Attilio Fontana, il sindaco e presidente della provincia, Francesco Passerini, i sindaci dei Comuni della prima 'zona rossa' d'Italia, istituzioni militari e religiose, rappresentanti della Giunta e del Consiglio regionale e del mondo sanitario, tra i quali Annalisa Malara, Pierdante Piccioni e Amedeo Capetti. Prevista anche la partecipazione di alcuni membri del cast principale della fiction Rai 'Doc2 - nelle tue mani' che, tra l'altro, racconta anche le vicende della pandemia.

Alcune foto della biciclettata:

4 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter