nuova ordinanza

Da lunedì riaprono palestre e piscine, poi toccherà ai servizi per l’infanzia

E dal 3 giugno si potrà uscire dalla Lombardia.

Da lunedì riaprono palestre e piscine, poi toccherà ai servizi per l’infanzia
Lodi, 30 Maggio 2020 ore 08:54

La prossima settimana sarà davvero importante per la Lombardia e per tutto il Paese per il ritorno a una nuova normalità. Una ordinanza regionale riapre, infatti, da lunedì palestre, piscine, circoli culturali e ricreativi e parchi divertimento, mentre il Governo, nella serata di ieri, ha deciso di far cadere i confini regionali: da mercoledì 3 giugno 2020 si potrà uscire dalla Lombardia.

Dal 3 giugno si potrà uscire dalla Lombardia

Il via libera all’uscita dalle Regioni è arrivato nella serata di ieri, venerdì 29 maggio 2020: il Governo, attraverso le parole del ministro della Salute Roberto Speranza ha confermato la data prevista dal Dpcm, ovvero quella del 3 giugno 2020, per tutti senza distinzioni da nord a sud. “Al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti. Monitoreremo ancora nelle prossime ore l’andamento della curva” ha detto il Ministro. Via libera quindi agli spostamenti fra regioni: la mobilità non sarà più consentita solo per motivi di lavoro e sanitari.

CLICCA QUI PER LEGGERE QUANDO PUO’ SCATTARE DI NUOVO UN EVENTUALE LOCKDOWN

Riaprono palestre e piscine

Un cambiamento davvero “epocale” quello del 3 giugno 2020, che lunedì in sarà preceduto da un serie di nuove aperture in Lombardia che sono state ufficializzate in una ordinanza firmata da Attilio Fontana e valida sino al 14 giugno 2020. Riapriranno palestre, piscine, circoli culturali e ricreativi, l’attività fisica all’aperto potrà essere eseguita nel rispetto delle misure di distanziamento di 2 metri previste dal Dpcm vigente. Via libera anche all’accesso nei parchi tematici e di divertimento, oltre che nei parchi faunistici. Tutte queste attività dovranno rispettare le puntuali indicazioni contenute nelle ‘linee guida’ approvate dalla Conferenza delle Regioni. L’ordinanza conferma, poi, l’obbligo su tutto il territorio regionale di portare la mascherina o altri indumenti utili a coprire le vie respiratorie anche all’aperto. Resta obbligatoria anche la misurazione della temperatura per il datore di lavoro e per i dipendenti; così come la stessa misura continua a valere anche per i clienti dei ristoranti. Permane, infine, il blocco delle slot machines nei locali pubblici.

È possibile leggere la nuova ordinanza della Lombardia e gli allegati qui.

Servizi per l’infanzia e l’adolescenza

Dal 15 giugno 2020, infine, è previsto anche l’inizio dei servizi per l’infanzia e l’adolescenza (dai 3 ai 17 anni) e le attività di spettacolo. Fatta salva la possibilità di svolgere le prove in assenza di pubblico già a partire dal 1° giugno 2020 sempre nel rispetto di quanto previsto delle regole delle ‘linee guida’ interregionali.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia