Covo, il vescovo conferma: “Le reliquie di San Lazzaro sono autentiche “

Secondo la tradizione i cavalli del condottiero Bartolomeo Colleoni si sarebbero improvvisamente rifiutati di proseguire il percorso proprio mentre attraversava il paese.

Covo, il vescovo conferma: “Le reliquie di San Lazzaro sono autentiche “
Cronaca 28 Dicembre 2019 ore 10:40

Covo, il vescovo conferma: “Le reliquie di San Lazzaro sono autentiche “. In occasione della festa patronale covese un delegato del vescovo ha rinnovato la certificazione d’autenticità delle reliquie conservate nella chiesa parrocchiale, a conferma del fatto che quelle covesi non sono delle riproduzioni.

Risigillate le reliquie di Covo

La certificazione è arrivata durante le celebrazioni del patrono, con il delegato vescovile don Daniele Piazzi che ha esaminato le reliquie attribuite a san Lazzaro, santa Marta, santa Maria, san Massimino e san Celidonio e le ha risigillate con gli stemmi del vescovo di Cremona. La certificazione si era resa necessaria dopo il restauro dei rispettivi reliquiari.

La leggenda di San Lazzaro a Covo

Come certificato da don Daniele Piazzi, dunque, quelle conservate a Covo sono le vere reliquie di san Lazzaro, che il Colleoni stava trasportando da Senigallia a Romano insieme con i resti di santa Marta, santa Maria di Betania, san Massimino e san Celidonio. Secondo la tradizione, proprio durante l’attraversamento di Covo, i cavalli del Colleoni si sarebbero improvvisamente rifiutati di proseguire il percorso…

Leggi di più su RomanoWeek in edicola

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità