Cronaca
Rifiutava i soccorsi

Corre mezzo nudo per il centro di San Colombano al Lambro, ricoverato in ospedale

Il ventenne in maglietta e slip era in stato confusionale, urlava in mezzo alla strada chiedendo aiuto ma non diceva a nessuno il motivo

Corre mezzo nudo per il centro di San Colombano al Lambro, ricoverato in ospedale
Cronaca 06 Gennaio 2023 ore 10:12

All’arrivo dell’ambulanza ha parlato con i soccorritori ma poi è fuggito per essere fermato poco dopo dai volontari che lo hanno accompagnato in ospedale.

Seminudo urlava per strada

L'episodio si è verificato a San Colombano al Lambro nel corso della serata di mercoledì 4 gennaio 2023. Alcuni passanti e alcuni clienti dei bar della centralissima via Mazzini hanno segnalato verso le 22 la presenza di un ragazzo mezzo nudo che urlava vaneggiando. Nel giro di pochi minuti sono arrivati i carabinieri del comando di San Colombano.

Corso Mazzini a San Colombano:


Gli agenti hanno individuato poco dopo la persona seminuda. Era un ventenne in maglietta e slip che chiedeva aiuto in mezzo alla strada urlando. Diceva di sentirsi molto male ma quando le forze dell'ordine gli hanno chiesto cosa avesse concretamente si è rifiutato di rispondere continuando a farneticare.

Non ha voluto parlare con nessuno fino all’arrivo dell’ambulanza della Croce Bianca e dell’automedica  di San Colombano al Lambro. Con il personale dei soccorsi, il giovane si è lasciato andare in confidenze spiegando di essere ospite di un amico e di essere dovuto scappare da casa a chiedere aiuto perché si sentiva molto male.

Ricoverato in ospedale a Codogno

I sanitari hanno cercato di tranquillizzarlo ma improvvisamente, il ventenne ha iniziato a correre veloce per tutta la via schivando le macchine e i passanti allibiti. La sua fuga sarebbe continuata ancora per chissà quanto se non fossero intervenuti i carabinieri che lo hanno fermato placcandolo.

Dopo la fuga, il ragazzo è stato finalmente consegnato alle cure dei collaboratori della Croce Bianca. Il personale sanitario e i volontari hanno accompagnato il giovane in ospedale a Codogno dove sono state accertate le sue condizioni. Considerando lo stato confusionale in cui si trovava, i medici hanno deciso di ricoverarlo nella notte per ulteriori verifiche.

Seguici sui nostri canali