Cronaca
Codogno e dintorni

Controllo del territorio: identificate 214 persone, 3 denunciate

Elevate inoltre 24 sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada.

Controllo del territorio: identificate 214 persone, 3 denunciate
Cronaca Casalpusterlengo, 28 Novembre 2021 ore 09:38

Nelle scorse settimane nel corso di specifici servizi di controllo del territorio disposti dalla compagnia Carabinieri di Codogno nei pressi dei luoghi di aggregazione giovanile anche al fine di prevenire le “stragi del sabato sera” causate dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e/o abuso bevande alcoliche, militari dipendenti hanno proceduto al controllo di 146 veicoli e all’identificazione di 214 persone, delle quali 53 straniere e 46 con precedenti di polizia.

Sono state elevate 24 sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada, sequestrato un veicolo ai fini della confisca sprovvisto della prevista copertura assicurativa e comminate sanzioni per complessivi 908 euro oltre che ritirate 2 patenti di guida.

Le denunce

Nell’ambito dei predetti servizi sono state anche denunciate alla competente autorità giudiziaria le sottoelencate persone:

Per guida in stato di ebbrezza alcolica

- C.M., Classe ‘90, da Ossago Lodigiano (lo), in quanto nella nottata del 14 novembre, sulla s.s. 9 Emilia nel comune di Guardamiglio è stato controllato alla guida di un veicolo e sottoposto all’esame dell’alcol-test che evidenziava valori superiori a quelli consentiti. Patente di guida ritirata e veicolo affidato a persona idonea;

- S.A., Classe ’57, da Bosnasco, poche’ nella serata del 20 novembre sulla s.p. 107 nel comune di Ospedaletto Lodigiano, è stato controllato alla guida di veicolo e sottoposto all’esame dell’alcol-test che evidenziava valori superiori a quelli consentiti. Patente di guida ritirata e veicolo affidato a persona idonea;

Per omessa denuncia di armi

- D.F., Classe ‘41, da Bertonico), poichè il 12 nove,bre, nel corso di un controllo per la verifica in materia di armi presso la sua abitazione, è stata accertata la detenzione di un fucile da caccia appartenuto a parente deceduto e denunciato presso altro comando omettendo di denunciare la detenzione presso il comando territorialmente competente. L'arma è stata sottoposta a sequestro.

Quattro segnalati

Venivano inoltre segnalate alla Prefettura per detenzione di sostanze stupefacente le sottoelencate persone:

  • E.A.T. Classe ‘81, da Rivergaro (PC), poichè il 17.11.2021, nel corso di perquisizione personale a San rocco al Porto veniva trovato in possesso di grammi 2 circa di stupefacente tipo “cocaina” e grammi 1 circa di stupefacente tipo “hashish”;
  • C.C. Classe ‘87, da Piacenza, poichè il 14.11.2021, nel corso di perquisizione personale a San Rocco al Porto veniva trovato in possesso di grammi 1 circa di stupefacente tipo “hashish”;
  • E.J.M Classe ‘95, da Piacenza, poichè l’11.11.2021, nel corso di perquisizione personale a San rocco al Porto veniva trovato in possesso di grammi 1 circa di stupefacente tipo “cocaina”;
  • R.I. Classe ‘97, da Piacenza poichè il 12.11.2021, nel corso di perquisizione personale in san rocco al porto (lo) veniva trovato in possesso di grammi 1 circa di stupefacente tipo “hashish.

Lo stupefacente rinvenuto, tutto per uso esclusivamente personale, è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

Altre due denunce

Durante predetto periodo, militari della compagnia, a seguito di indagini, provvedevano inoltre a denunciare in stato di libertà:

Interruzione di pubblico servizio e violazione norme anti-covid

  • O.H., Classe ’93, senza fissa dimora, poichè il 16 novembre, mentre si trovava a bordo del treno regionale 10873 e fermo alla stazione FF.SS di Secugnago privo di dispositivo di protezione individuale per le vie respiratorie anti-covid 19, sollecitato dal capotreno si rifiutava di indossarlo e di scendere dal treno causando un ritardo di circa 30 minuti alla partenza del convoglio.

Falsa attribuzione di lavori altrui

  • O.O.K., classe ’86 poichè il 18 novembre nel corso di esame teorico per il conseguimento della patente di guida presso la motorizzazione di Somaglia, veniva sorpreso a far uso di apparecchio elettronico attraverso il quale otteneva le risposte ai quiz che poi presentava alla commissione come proprie, apparecchio sequestrato.
Seguici sui nostri canali