Strade sicure

Controlli dei Carabinieri, tre denunciati per guida in stato d’ebbrezza

I carabinieri hanno controllato nel complesso 18 veicoli.

Controlli dei Carabinieri, tre denunciati per guida in stato d’ebbrezza
Lodi, 05 Ottobre 2020 ore 14:56

I Carabinieri della Stazione di Lodi Vecchio, tra la serata dello scorso 4 ottobre e le prime ore del giorno seguente, nel precipuo intento di contrastare il crescente e preoccupante fenomeno della guida sotto l’effetto di alcol e droga, hanno svolto un articolato servizio di “Controllo del Territorio” concentrandosi sul centro cittadino e sulla zona industriale di Lodi Vecchio, in prossimità di bar e ristoranti dove in più occasioni era stata segnalata la presenza di persone moleste che, assembrandosi, potevano potenzialmente divenire veicolo di trasmissione e propagazione del virus Covid-19.

Tre denunciati nel corso del servizio controllo del territorio

Il servizio, svolto con l’impiego degli etilometri in dotazione al N.O.RM. della Compagnia di Lodi, ha consentito di denunciare in stato di libertà tre soggetti, due italiani e uno straniero, vale a dire, B.N., 52enne di Lodi Vecchio, sorpreso alla guida di una Fiat Punto di proprietà di terzi in stato di ebbrezza alcolica, con tasso alcolemico pari a 1,31 g/l; il 33enne C.I. di origini rumene ma residente a Tavazzano con Villavesco, controllato alla guida di una Alfa Romeo Giulietta non sua, avendo un tasso alcolemico pari a 0,87g/l e R.C., un 24enne campano anche lui abitante a Tavazzano con Villavesco, controllato alla guida della propria Fiat Panda in evidente stato di ebbrezza alcolica, il quale, però, si è rifiutato di sottoporsi all’accertamento etilometrico.

Ritiro della patente

Per tutti e tre è scattato il ritiro della patente, mentre per i primi due c’è stato anche il sequestro del mezzo, sebbene immediatamente affidato ai legittimi proprietari. Per loro due, il deferimento e le sanzioni pecuniarie sono quelle previste dal Codice della strada all’art.186 comma 2 lettera b): ammenda da 800 a 3.200 € e l’arresto fino a sei mesi, con sospensione della patente da sei mesi ad un anno; mentre per il soggetto, che si è rifiutato di sottoporsi all’accertamento, il deferimento è sancito dal comma 7 dello stesso articolo che prevede l’applicazione delle sanzioni nei casi più gravi, ovvero con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l: ammenda da 1.500 a 6.000 euro, l’arresto da sei mesi a un anno e la sospensione della patente da uno a due anni.

I controlli complessivi

All’esito del servizio, i carabinieri hanno controllato nel complesso 18 veicoli, i cui conducenti sono stati tutti sottoposti ad accertamento etilometrico, hanno identificato 33 persone ed elevate 8 contravvenzioni al C.d.S., per un totale di 1.250,00 euro di proventi contravvenzionali. Questi controlli continueranno in tutti i comuni.

Buono scuola di Regione Lombardia: da oggi è possibile richiederlo

 

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia