Cronaca
Lodi

Controlli anti-Covid, due locali in Provincia fuori norma

I carabinieri della Compagnia di Lodi mantengono alta l’attenzione sul rispetto delle norme anti-covid. 

Controlli anti-Covid, due locali in Provincia fuori norma
Cronaca Lodi, 25 Giugno 2021 ore 15:34

Anche in epoca di “liberi tutti” e di zona bianca dichiarata praticamente in tutt’Italia, i carabinieri della Compagnia di Lodi mantengono alta l’attenzione sul rispetto delle norme anti-covid.

Controllo dei Carabinieri per verificare la corretta applicazione delle norme anti-Covid

Per questo motivo la sera del 24 giugno scorso, la Stazione di Lodi, con il prezioso contributo dei colleghi del N.A.S. di Cremona e di quelli dell’Unità Cinofila di Casatenovo (LC), intervenuti con i cani “KEVIN” e “TEBA”, il primo specializzato nella ricerca di droga e l’altro nella ricerca di armi ed esplosivi, hanno controllato tre esercizi pubblici del piccolo comune di Crespiatica ed alcuni luoghi di maggior aggregazione ove era stata segnalata la presenza di possibili consumatori di sostanze stupefacenti.

Tre locali fuori norma

All’esito dell’attività ispettiva, finalmente aggiungeremmo, le uniche carenze sono state riscontrate sotto il profilo igienico-sanitario, nella misura in cui due dei tre locali ispezionati sono risultati inosservanti all’art. 6 comma 7 del dlgs 193/2007, la c.d. attuazione della normativa “Killer 2004/41/CE”, che elenca le fattispecie costituenti violazione e le rispettive sanzioni applicabili se non dovessero essere adeguate le norme in materia di igiene degli alimenti. I controlli, come anticipato, sono stati poi estesi ai luoghi di maggiore aggregazione giovanile, procedendo complessivamente all’identificazione di una cinquantina di persone, quindici delle quali gravate da precedenti di polizia di varia natura.

Controllate 12 autovetture

In questa fase sono entrate in azione anche le unità cinofili, che hanno coadiuvato i colleghi di Lodi nel compimento di due perquisizioni, una personale e una veicolare, risultate negative. Sono stati, infine, controllati 12 autovetture e, anche in questo caso, è stato verificato il rispetto delle norme per chi si mette alla guida sottoponendo i rispettivi conducenti ad accertamento etilometrico che non ha riservato loro brutte sorprese. In relazione all’esito del servizio, i reparti che hanno proceduto informeranno l’Autorità Giudiziaria e Amministrativa per la parte di rispettiva competenza.