Cronaca
denunciato l'uomo

Completamente ubriaco gira per strada brandendo un coltello, fermato dai Carabinieri

I Carabinieri di Castellone hanno sventato un insano gesto e denunciato un 64enne milanese residente in provincia di Lodi.

Completamente ubriaco gira per strada brandendo un coltello, fermato dai Carabinieri
Cronaca Lodi, 21 Novembre 2021 ore 12:27

I Carabinieri di Castellone hanno sventato un insano gesto e denunciato un 64enne milanese ma residente in provincia di Lodi.

(Immagine di repertorio)

Sventata potenziale tragedia a Castellone

Si è concluso senza tragiche conseguenze l’intervento che nella giornata di ieri, 20 novembre 2021, ha visto coinvolti i Carabinieri della Stazione di Castelleone. Nel primo pomeriggio, alla Centrale Operativa della Compagnia di Crema è stato richiesto l’intervento di una pattuglia nel Comune di Castelleone dove un uomo, fortemente agitato e fuori controllo si aggirava per le vie del paese brandendo un coltello.

Fermato un 64enne ubriaco e pericoloso

Raggiunto il luogo dove era stato individuato l’uomo, un 64enne milanese residente in provincia di Lodi, i militari hanno avviato con lui un primo approccio rendendosi immediatamente conto che era completamente ubriaco e farneticante; il soggetto evidentemente in piena crisi, non voleva abbassare l’arma né demordere dal suo intento autolesionistico.

Solo con molta pazienza e dopo alcuni tentativi i Carabinieri sono riusciti pian piano a calmarlo convincendolo a consegnargli l’arma ed affidarsi alle cure dei sanitari lì giunti.

Era pieno di coltelli

Prima di essere affidato ai sanitari però i militari hanno perquisito il 64enne trovandogli addosso un coltello a serramanico. Dopo averlo perquisito ed assicurato ai medici, i Carabinieri individuavano l’autovettura con la quale l’uomo aveva raggiunto il comune di Castelleone rinvenendo al suo interno altri due coltelli a serramanico.
Pertanto, dopo aver sequestrato tutte le armi bianche, i militari hanno proceduto a denunciare l’uomo per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere.