Arrestato ricercato mentre fa la spesa al supermercato

Un pluripregiudicato rumeno, con una richiesta di estradizione da parte dell’autorità giudiziaria emessa dal suo paese di origine, è stato notato da un militare in borghese.

Arrestato ricercato mentre fa la spesa al supermercato
Basso Lodigiano, 10 Aprile 2018 ore 10:19

Arrestato ricercato da quattro anni all’interno di un supermercato di Sant’Angelo Lodigiano.

Arrestato ricercato

I Carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano, hanno tratto in arresto nel pomeriggio di sabato un rumeno ricercato da oltre quattro anni. In particolare il comandante della locale Stazione Carabinieri, mentre si trovava libero dal servizio insieme alla famiglia all’interno di un supermercato di Sant’Angelo Lodigiano, ha riconosciuto fra gli altri clienti presenti all’interno I.S.. L’uomo, un 48enne pluripregiudicato rumeno, in passato domiciliato presso Cascina Belfuggito, è noto alle forze dell’ordine in quanto dal 2014 si è reso irreperibile, dopo essere stato destinatario da un provvedimento restrittivo in carcere emesso dall’autorità giudiziaria milanese.

I precedenti

Il rumeno, nel 2013 era stato oggetto di una richiesta di estradizione da parte dell’autorità giudiziaria rumena in quanto autore in quel Paese di reati predatori. Nella definizione della procedura, la Corte d’Appello di Milano l’aveva sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, misura alla quale il pregiudicato si è sottratto facendo perdere le proprie tracce. A quel punto l’autorità giudiziaria italiana, per rendere efficace la richiesta ricevuta dalla Romania, ha emesso nei suoi confronti, nel febbraio del 2014, un ordine di custodia cautelare in carcere.

Bloccato all’uscita dal supermercato

Sabato pomeriggio, il comandante della Stazione di Sant’Angelo Lodigiano, riconosciuto il catturando, si è appostato all’esterno del supermercato. Con il supporto dei carabinieri del suo reparto. il rumeno è stato bloccato e arrestato alla sua uscita dall’attività commerciale. I successivi rilievi dattiloscopici hanno confermato quanto l’occhio del Luogotenente aveva già intuito, ovvero che il soggetto bloccato era proprio il rumeno ricercato. Al termine delle formalità di rito il rumeno è stato portato presso il Carcere di Lodi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria emittente.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia