Arrestato pusher marocchino irregolare che girava con un’ascia

Trovato in possesso di un'ascia con taglio da 10 cm.

Arrestato pusher marocchino irregolare che girava con un’ascia
Lodi, 07 Giugno 2018 ore 16:13

Arrestato pusher marocchino alla Stazione di Lodi Vecchio

Arrestato pusher marocchino

Ieri sera i Carabinieri della Stazione di Lodi Vecchio hanno tratto in arresto M.N. 27enne, marocchino, irregolare sul territorio dello stato, senza fissa dimora, non gravato da pregiudizi di polizia, in quanto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pedinamento

I Carabinieri, avendo ricevuto numerose segnalazioni di cittadini e frequentatori della zona, nel corso del pomeriggio del 6 giugno, hanno dato luogo in Casaletto Lodigiano,  località Guado (LO), ad un prolungato servizio osservazione e pedinamento, finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti nei campi. Dopo alcune ore di attesa in condizioni climatiche, particolarmente sfavorevoli, i militari di Lodi Vecchio sono riusciti ad intervenire, con grande tempismo e coordinamento, mentre l’arrestato stava per cedere ad un 41enne operaio di Lodi Vecchio, circa un grammo di cocaina. I due venivano immediatamente bloccati. L’acquirente non ha potuto che confermare il tentativo di acquisto dello stupefacente rinvenuto, per la somma di 80 euro.

Un’ascia

Il nord africano, sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso di: 5 grammi hashish; un coltello da cucina con lama di cm. 25; un’ascia con taglio da 10 cm; un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento; due telefoni cellulari. I carabinieri, però durante il servizio in corso, avevano notato altri acquirenti che avevano acquistato droga dal medesimo soggetto, i quali dopo rapidissima attività investigativa, venivano rapidamente individuati in altri due cittadini di Lodi Vecchio, i quali sentiti in merito alla loro presenza in quei campi, hanno affermato che anche essi avevano acquistato diverse volte cocaina ed eroina dal medesimo spacciatore, riconosciuto anche fotograficamente. Tutti i beni rinvenuti: telefoni, sostanze stupefacenti, armi e materiali per il confezionamento e pesatura sono stati posti sotto sequestro. Lo straniero è stato anche denunciato per non aver ottemperato alla normativa che disciplina l’immigrazione ed in quanto sprovvisto di valido documento d’identità. Lo stesso, è stato trattenuto presso la camere di sicurezza del Comando Provinciale di Lodi, in attesa dell’udienza di convalida in corso in queste ore.

Il compagno della donna trovata morta in piscina parla dei loro rapporti

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia