Codogno

Alimenti non conformi e lavoratori in nero, scattano le multe

I carabinieri della compagnia di Codogno hanno effettuato ispezioni igienico sanitarie e alimentari di alcuni esercizi commerciali della zona.

Alimenti non conformi e lavoratori in nero, scattano le multe
Cronaca Casalpusterlengo, 12 Gennaio 2021 ore 15:06

Dal 7 al 12 gennaio 2021, sono stati svolti servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione in materia di abuso di sostanze stupefacenti e alcoliche alla guida, nonchè a contrastare fenomeni fraudolenti e verificare le condizioni igienico sanitari e alimentari di alcune attività commerciali, anche in relazione all’esigenza di garantire il rispetto delle disposizioni governative volte a contrastare l’emergenza epidemiologica in atto.

I controlli negli esercizi commerciali

I militari della compagnia di Codogno, coadiuvati da personale del comando carabinieri per la tutela della salute – NAS di Cremona e del nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Lodi, hanno effettuato ispezioni igienico sanitarie e alimentari di alcuni esercizi commerciali della zona.

Le irregolarità riscontrate

Nella circostanza sono state rilevate alcune sanzioni amministrative:

  • Responsabile di un minimarket A.H. di Codogno, in quanto ha posto in vendita alcuni prodotti alimentari in confezioni prive di informazioni obbligatorie nella lingua italiana. La merce è stata debitamente sottoposta a sequestro e contestualmente sono state comminate sanzioni per complessive euro 1.000,00. Lo stesso è stato inoltre sanzionato per non aver redatto il protocollo anti-contagio da Covid-19, con un’ammenda di 400 euro;
  • G.G. Responsabile macelleria G.G. di Codogno per non aver redatto il protocollo anti-contagio da Covid-19, comminando sanzione amministrativa per euro 400,00;
  • Responsabile di un money transfert S.M. situato a Codogno in quanto ha installato un impianto di video-sorveglianza senza la prescritta autorizzazione, e per aver omesso di redigere il previsto protocollo anti-contagio da Covid-19, comminando sanzioni per complessivi euro 780 circa;
  • Responsabile dell’attività commerciale denominata P.F.P.F.S., situata a Casalpusterlengo, per le seguenti violazioni amministrative:
    -Per aver occupato 2 lavoratori senza la preventiva comunicazione di instaurazione di rapporto di lavoro;
    -Per aver occupato 2 lavoratori su 2 presenti in nero;
    -Per non aver redatto il previsto protocollo anti-contagio da covid-19 e per aver riscontrato la presenza dei servizi igienici non a norma;
    Sanzioni comminate per complessivi euro 17.200,00 con conseguente chiusura temporanea dell’attività commerciale.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità