ARRESTATO

Aggredisce e picchia l’ex moglie per l’ennesima volta: per lui si aprono le porte del carcere

La donna è finita in ospedale con 10 giorni di prognosi.

Aggredisce e picchia l’ex moglie per l’ennesima volta: per lui si aprono le porte del carcere
Lodi, 25 Maggio 2020 ore 14:42

La donna è finita in ospedale con 10 giorni di prognosi.

Arrestato per lesioni personali nei confronti dell’ex moglie

In meno di ventiquattro ore L.N., un 40enne pregiudicato di origini rumene abitante a Sant’Angelo, disoccupato, è passato dall’essere un uomo libero al dover passare il suo tempo in carcere carcere per aver malmenato l’ex moglie, dalla quale è legalmente separato e con la quale aveva discusso.

L’aggressione alla ex moglie in seguito ad un litigio

Tutto è iniziato la sera dello scorso 18 maggio 2020 quando l’uomo, durante uno dei tanti litigi che hanno caratterizzato tutta la loro turbolenta vita coniugale, ha nuovamente preso a schiaffi e pugni la ex, la connazionale 41enne P.M., abitante in provincia di Lodi, spedendola in ospedale dove le hanno medicato le ferite e attribuito dieci giorni di prognosi. L’indomani mattina, evidentemente snervata di subire, nonostante la separazione, la donna si è recata in caserma a Sant’Angelo e ha denunciato tutti i soprusi subiti che le sono costati anni di vessazioni fisiche e psichiche.

La denuncia ai Carabinieri

I carabinieri, vista la situazione, e temendo potesse degenerare a causa dell’acclarata natura violenta dell’uomo, che fondamentalmente non si è mai rassegnato alla separazione, hanno immediatamente avviato la procedura denunciandolo all’Autorità Giudiziaria che, a sua volta, persuasa della bontà e dell’accurata ricostruzione fatta dai carabinieri, nella serata del 20 maggio ha sospeso il beneficio dell’affidamento in prova ai servizi sociali a suo tempo concesso per reati di natura predatoria, spalancandogli le porte del carcere di Lodi, dove è stato tradotto la mattina del 21 maggio dopo una notte trascorsa nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale di Lodi, e dove vi resterà attendendo le disposizione dell’Autorità che ha emesso il provvedimento, con buona pace della ex, che per qualche tempo non avrà di che preoccuparsi.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia