Controlli dei Carabinieri

A Pasqua c'è chi festeggia da solo e chi se ne va in giro con gli amici nonostante sia in quarantena

Non sono mancate anche tre segnalazioni per possesso di stupefacenti e 15 sanzioni per violazione delle norme anti contagio. 

A Pasqua c'è chi festeggia da solo e chi se ne va in giro con gli amici nonostante sia in quarantena
Cronaca Lodi, 06 Aprile 2021 ore 16:30

I controlli del territorio dei Carabinieri hanno portato a quattro denunce, tre segnalazioni per possesso di stupefacenti e 15 sanzioni per violazione delle norme anti contagio.

I Controlli dei Carabinieri lodigiani

Nel fine settimana delle Festività Pasquali, i carabinieri delle Stazioni di Lodi, Lodi Vecchio, Tavazzano con Villavesco, Borghetto Lodigiano, Cavenago d’Adda e Sant’Angelo Lodigiano coadiuvati dal Nucleo Operativo e Radiomobile, della Compagnia di Lodi hanno attuato specifici controlli nelle rispettive giurisdizioni nell’intento di prevenire e reprimere i fenomeni di guida in stato di ebbrezza alcolica e/o sotto l’effetto delle sostanze stupefacenti, purtroppo sempre attuali in concomitanza delle festività, e inoltre, in adempimento alle disposizioni governative e prefettizie per contenere il fenomeno epidemico da COVID-19, per verificare il rispetto delle relative norme. All’esito degli stringenti controlli, si contano quattro deferiti in stato di libertà, tre segnalati alla Prefettura di Lodi per possesso di stupefacente per uso non terapeutico e quindici sanzionati per violazioni norme anti-contagio. I quattro denunciati sono:

1. O.A.M., 44enne rumeno abitante a Casalpusterlengo, con precedenti di polizia, fermato alla guida della sua BMW in un evidente stato di ubriachezza tanto che all’esito dell’accertamento etilometrico è risultato con un tasso alcolico pari a 2,55 g/l, che gli è costato il ritiro della patente e il sequestro del veicolo;
2. G.P.37enne di Castelvetro Piacentino (PC), il quale, controllato in Borghetto Lodigiano (LO), alla guida dell’autovettura di proprietà, sottoposto ad accertamento etilometrico è risultato in stato di ebbrezza alcolica con tasso pari a 1.58 g/l, provvedendo al ritiro della patente di guida e sequestro dell’autovettura, ai fini della confisca ed affidata a idonea depositeria;
3. S.A. 43enne di San Martino in Strada (LO), la quale, controllata in Graffignana (LO), zona collinare, alla guida dell’autovettura di proprietà, sottoposta ad esami tossicologici per sospetto consumo di stupefacenti, è risultata positiva all’uso di droga, con conseguente ritiro della patente di guida ed autovettura posta in sequestro ai fini della confisca con affidamento a idonea depositeria. La predetta, inoltre, è stata sanzionata per la violazione amministrativa delle misure anticovid unitamente ai due passeggeri;

In giro con gli amici nonostante la quarantena

A fare decisamente più clamore, però, è la denuncia del 20enne G.A. di Mulazzano, ciò in quanto controllato assieme a due suoi conoscenti di 20 e 26 anni, tutti di Mulazzano, è risultato inottemperante al periodo di quarantena cui era sottoposto, in spregio ad ogni basilare norma a tutela della salute pubblica.

Scoperti tre assuntori di stupefacenti

Nel corso dei servizi, come detto, sono stati anche controllati tre soggetti trovati in possesso di modica quantità di stupefacenti, che gli è costato la segnalazione in Prefettura: si tre tratta 20enni di Lodi Vecchio, Sant’Angelo Lodigiano e di Pavia, trovati rispettivamente in possesso di quasi un grammo di hashish, di quasi cinque grammi della stessa sostanza e l’ultimo con mezzo grammo di cocaina. A tutti e tre è stato notificato il sequestro della droga, che in attesa delle disposizioni prefettizie, viene trattenuto in carico ai reparti procedenti.

I serrati controlli alla circolazione stradale hanno consentito di ritirare la patente ad un altro automobilista indisciplinato, vale a dire, il 59enne V.G. abitante a Vistarino, in provincia di Pavia, che controllato alla guida della sua Peugeot 207 si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti tossicologici, visto il suo evidente stato di alterazione da possibili assunzione di droghe, che gli è costato anche il sequestro del mezzo.

In totale, dunque, i carabinieri hanno controllato quarantatré autovetture, identificati ottantotto soggetti, trentatré dei quali stranieri e ventotto con precedenti di polizia, contestando infrazioni al c.d.s. ed elevando sanzioni per complessivi euro 3.750/00, nonché’ contravvenzionando quindici persone per
violazione delle norme anti contagio.