LA DENUNCIA

“A Boffalora pre e post scuola costano quasi il doppio”: la denuncia del consigliere Segreto

La retta, è aumentata dell'80% passando da 200,00€ annuo a 360,00€ anno.

“A Boffalora pre e post scuola costano quasi il doppio”: la denuncia del consigliere Segreto
Lodi, 16 Settembre 2020 ore 17:21

Il Consigliere comunale Cristian Segreto, schierato tra i pentastellati di Boffalora d’Adda, porta l’attenzione di un altro importante problema: quello dell’aumento dei prezzi per il servizio scolastico (Pre e post scuola e trasporto dei giovani alunni).

Il comunicato di Cristian Segreto

La scuola riparte così come aveva previsto la nostra ministra Azzolina, tante sono le iniziative messe in campo dal nostro governo per permettere questo importante rientro a scuola fra tutte l’acquisto di nuovi banchi singoli che permetteranno il distanziamento sociale e l’introduzione di regole atte a limitare al massimo l’esposizione al virus di tutti gli attori principali, tra cui l’indicazione, ai genitori, di misurare la temperatura a casa che non deve essere superiore ai 37,4°c, differenziare gli ingressi e le uscite, assicurare la pulizia giornaliera e l’igienizzazione periodica di tutti gli ambienti scolastici.
Inoltre nel decreto rilancio, il governo, ha previsto molte agevolazioni tra cui il bonus PC che permetterà alle famiglie in difficoltà di usufruire sino a 500€ per l’acquisto di un pc o 200,00€ per la connettività sino 1GB. Detto ciò è evidente che la situazione non sia facile per tutti, sia per le istituzioni, che devono organizzare il servizio, sia per le famiglie che magari sono ancora alle prese con gli effetti economici post Covid-19 e si trovano a dover riorganizzare la loro quotidianità.

Cosa succede nel nostro territorio?

Oggi la scuola elementare Sandro Pertini riapre ufficialmente le sue porte e comincia il nuovo anno scolastico, ma non lo fa senza polemiche, infatti i cittadini si trovano a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico a dover affrontare un tema importantissimo e delicato che è quello del pre/post scuola.
Da quest’anno scolastico, la retta, è aumentata dell’80% passando da 200,00€ annuo a 360,00€ anno per figlio, chiedendo quindi soprattutto alle famiglie numerose, da aggiungere a questo, sebbene irrisorio, è l’aumento sul trasporto scolastico che passa da 50€ a 80€ annui, questi aumenti hanno scoraggiato le famiglie che, seppur in forte difficoltà lavorando, hanno preferito non aderire, basti pensare che una famiglia con due figli si troverebbe a sborsare 720,00€ (anticipati) per aderire al servizio. Il risultato di questa scelta? il crollo delle adesioni e quindi l’annullamento del servizio in quanto non raggiunto la quota minima (5 su 11) , questo è un problema serio per le famiglie che lavorano (turni o meno) e per quelle che magari hanno avuto riduzioni di orario e quindi non possono permettersi una spesa simile.

Prezzi aumentati

Insomma il covid oltre ad aver portato morte e crisi economica, a Boffalora ha portato pure aumenti.
Rimane irrisolta la questione rimborsi del 2019-2020 di queste rette, derivanti dalla chiusura delle scuole durante il look down, infatti le famiglie sono ancora in attesa di essere rimborsate, non si poteva prevedere la possibilità del rimborso scontando la retta di quest’anno?
Insomma l’amministrazione comunale deve darci molte risposte e trovo assurdo che si pensi solo ad aumentare le tasse piuttosto che agevolare le famiglie avendo ricevuto gli aiuti statali, 42mila € assegnati al comune per le mancate entrate, e utilizzando l’avanzo dell’esercizio precedente (260 mila euro), per aiutare le famiglie.

Attendiamo che l’amministrazione trovi una soluzione che possa venire incontro alle famiglie.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia