Cronaca
regionale

49enne milanese detenuto ad Abu Dhabi da quattro mesi senza sapere perché

L'incubo di Andrea Costantino, ex vice sindaco di Arese, detenuto da ormai quattro mesi in un carcere di Abu Dhabi.

49enne milanese detenuto ad Abu Dhabi da quattro mesi senza sapere perché
Cronaca Lodi, 03 Luglio 2021 ore 12:25

L'incubo di Andrea Costantino, detenuto da ormai quattro mesi in un carcere di Abu Dhabi senza sapere perchè.

Ex vicesindaco di Arese detenuto ad Abu Dhabi da quattro mesi

Come riporta Prima Milano Ovest è un incubo che dura ormai da quattro mesi: il milanese Andrea Giuseppe Costantino, trader nel petrolio di 49 anni, è rinchiuso in un carcere di Abu Dhabi, senza praticamente quasi poter dialogare con la sua famiglia, con un avvocato difensore, con l'ambasciata italiana. E senza che gli sia ancora ufficialmente stato contestato alcun reato. La Farnesina sta cercando risposte, la compagna Stefania Giudice è riuscita solo pochi giorni fa a parlagli per pochissimi minuti. Costantino è stato per breve tempo vicesindaco ad Arese, nel 2012, per poi essere allontanato dal sindaco Pietro Ravelli poche settimane dopo la sua nomina. Nello stesso anno ha costituito la sua società, la Eidon, con la quale da tempo ha avviato attività di trading negli Emirati. Sino al blitz nella camera dell'albergo in cui si trovava con compagna e figlia di tre anni.

L'avvocato: "Detenzione legata alla tensione tra Italia ed Emirati"

L'avvocato Cinzia Fuggetti cui si è rivolta la famiglia riconduce la detenzione di Costantino al "clima di tensione tutt'altro che latente, tra lo Stato italiano e gli Emirati arabi uniti", come recita una nota di fine giugno. "Fonti istituzionali confermano che il detenuto è in cella con altri prigionieri di nazionalità yemenita, siriana e libica. Secondo quanto riferito dallo stesso Costantino alla sua compagna durante una delle brevi telefonate che ha potuto fare, gli stessi dovrebbero essere tutte persone già condannate in via definitiva".

Domenica il direttore generale per gli italiani all'estero negli Emirati

Una detenzione dunque "assolutamente illegale" per l'avvocato. Proprio domani, domenica 4 luglio il direttore generale per gli italiani all'estero Luigi Maria Vignali sarà in missione negli Emirati Arabi, dove incontrerà il sottosegretario agli affari consolari Faisal Lutfi.