Attualità
Lodi

Scalone Palazzo Broletto: grazie ai lavori di restauro riaffiorano gli affreschi settecenteschi

Il bilancio del primo step del recupero della volta e delle pareti dello scalone municipale.

Scalone Palazzo Broletto: grazie ai lavori di restauro riaffiorano gli affreschi settecenteschi
Attualità Lodi, 15 Maggio 2022 ore 10:18

Palazzo Broletto, grazie ai lavori di restauro riaffiorano gli affreschi settecenteschi.

Palazzo Broletto: riaffiorano gli affreschi settecenteschi

“La volta dello scalone di Palazzo Broletto svela i suoi preziosi affreschi, grazie all’impegnativo restauro conservativo ed estetico che abbiamo da poco concluso. Un lavoro che ci ha permesso di risolvere i danni causati dalle infiltrazione d’acqua provenienti dalla copertura, anch’essa recentemente oggetto di manutenzione e di messa in sicurezza, e ha rivelato pregiate decorazioni settecentesche. Completeremo l’intervento stanziando i fondi necessari per il risanamento delle pareti”, è il Sindaco Sara Casanova a tracciare il bilancio del primo step del recupero della volta e delle pareti dello scalone municipale affidato dott.ssa Chiara Canevara dello studio di Conservazione e restauro di opere d’arte di Lodi.

“L’attenzione doverosa che abbiamo dedicato all’ingresso del palazzo comunale, dopo anni di trascuratezza, ha garantito la soluzione di un problema accanto alla valorizzazione dell’ingresso del municipio, arricchendo il quadro di attenzioni che stiamo dedicando ai luoghi della cultura, in primis il Tempio civico dell’Incoronata, scrigno d’arte cittadina, e la facciata di corso Umberto della Biblioteca laudense, entrambi al centro di importanti opere di risanamento”, commenta l’assessore alla Cultura Lorenzo Maggi.

“L’intervento della dott.ssa Canevara - spiega l’assessore al Patrimonio Claudia Rizzi - è stato condotto in tutte le sue fasi in accordo con la Soprintendenza, e ha restituito una lettura completa dei frammenti di decorazione originaria, emersi nel corso della preliminare campagna di indagine stratigrafica. La restauratrice ci ha suggerito anche un’ipotesi affascinante: l’attuale volta in muratura potrebbe essere l’erede della copertura in legno dello scalone che dava accesso all’antico teatrino del Broletto, andato perduto in seguito a un incendio nella seconda metà del settecento”.

I lavori di restauro

Il lavoro di restauro conservativo realizzato nelle scorse settimane ha previsto la rimozione manuale delle ridipinture, la pulitura e disinfezione di tutta la superficie alterata dalla presenza di sollevamenti, muffe, gore di dilavamento ed efflorescenze saline, il consolidamento sia superficiale che in profondità, la rimozione di vecchie stuccature cementizie e la ricostruzione di lacune di intonaco con malte idonee e traspiranti.

La fase estetica, eseguita con velature e ritocco pittorico localizzato, ha rivelato cornici decorative curvilinee, con decoro floreale centrale, databili alla fine del ‘700 e rimaste nascoste sotto molteplici stratificazioni apportate nel corso del tempo a carico delle pareti e della volta.

(Foto di copertina: Wikipedia)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter