Tutto pronto

Saldi estivi 2024: dove fare shopping in provincia di Lodi e quali sono i capi più richiesti

In partenza sabato 6 luglio, gli sconti si concluderanno il 3 settembre in tutta Lombardia

Saldi estivi 2024: dove fare shopping in provincia di Lodi e quali sono i capi più richiesti
Pubblicato:

I tanto attesi saldi estivi sono ormai alle porte, pronti a offrire opportunità imperdibili per gli amanti dello shopping. L'annuncio ufficiale è stato dato da Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che ha confermato l'inizio dei saldi per sabato 6 luglio 2024.

Come ogni anno, la durata dei saldi varia da regione a regione. In Lombardia, quindi anche in provincia di Lodi, i saldi si concluderanno il 3 settembre. Questo significa che i consumatori avranno quasi due mesi per approfittare delle offerte e rinnovare il proprio guardaroba, fare acquisti per la casa e molto altro.

I centri commerciali in provincia di Lodi

Nella provincia di Lodi, ci sono diversi centri commerciali dove è possibile trovare offerte interessanti. Ecco una selezione dei principali:

  • Centro Commerciale Belpò a San Rocco al Porto: svariate le proposte dei numerosi negozi che popolano il centro come Foot Locker, Golden Point, OVS, Sonny Bono e Stroili Oro
Il centro commerciale Belpò
  • Gallerie Bennet Lodi sud a San Martino in Strada: con negozi come Upim, CVG Moda, TAKKO Fashion e altri, è il posto giusto dove trovare abbigliamento casual e accessori alla moda
  • Centro Commerciale San Grato a Montanaso Lombardo: qui troverete negozi come Original Marines e OroMania, ideali per chi cerca abbigliamento per bambini e gioielli.
  • Centro Commerciale Il Castello a Sant'Angelo Lodigiano: un'ampia varietà di negozi tra cui Thun, Scarpe&Scarpe, Kasanova e molti altri, perfetti per una giornata di shopping diversificata.

Mai dimenticare i negozi di paese

Oltre ai grandi centri commerciali, è importante non trascurare i negozi di paese. Spesso, questi esercizi offrono saldi vantaggiosi, soprattutto per l'abbigliamento, e possono riservare piacevoli sorprese per chi cerca capi unici e di qualità. Il centro storico di Lodi, per esempio, ospita una varietà di negozi e di boutique interessanti.

I capi più gettonati dei saldi estivi

Ma quali saranno i capi più ricercati durante questi saldi estivi? Ecco una lista di 10 articoli che si prevede saranno i protagonisti della stagione, sia per donna che per uomo:

Donna

  1. Abiti lunghi: perfetti per giornate calde, versatili e adatti a diverse occasioni
  2. T-shirt e top: capi basici irrinunciabili, ideali da abbinare a tutto
  3. Shorts e bermuda: comodi e freschi per affrontare il caldo estivo
  4. Sandali e infradito: must-have per la stagione, in vari modelli e colori
  5. Borse: accessorio indispensabile, da scegliere in base alle esigenze e al gusto personale
  6. Costumi da bagno: in due pezzi o interi, per sfoggiare un look trendy in spiaggia
  7. Vestiti da cerimonia: per occasioni speciali, a prezzi più vantaggiosi durante i saldi
  8. Abbigliamento sportivo: per chi ama mantenersi in forma con stile
  9. Cappelli e occhiali da sole: accessori utili per completare il look e proteggersi dal sole
  10. Gioielli: per un tocco di raffinatezza in più

Uomo

  1. T-shirt: come per le donne, un capo basic da avere in diverse varianti
  2. Pantaloni chino e jeans: comodi e versatili, adatti a diverse occasioni
  3. Camicie: in manica corta o lunga, a seconda delle esigenze
  4. Polo: un classico intramontabile, perfetto per un look casual-chic
  5. Sneakers: calzature comode e alla moda, sempre molto richieste
  6. Sandali e infradito: per la massima freschezza durante l'estate
  7. Capi sportivi: per chi ama praticare sport o stare comodo nel tempo libero
  8. Orologi: un accessorio elegante e utile
  9. Borse e zaini: per portare con sé tutto il necessario, in vari modelli e dimensioni
  10. Giacche leggere: per le serate fresche o per un look a strati.

Consigli per evitare fregature

Di seguito, riepiloghiamo anche qualche consiglio utile per affrontare i saldi senza rischiare fregature.

  1. Girate. Nei giorni che precedono i saldi, andate nei negozi a cercare quello che vi interessa, segnandovi il prezzo; potrete così verificare l’effettività dello sconto praticato ed andrete a colpo sicuro, evitando inutili code. Non fermatevi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontate i prezzi con quelli esposti in altri esercizi.
  2. Le vendite devono essere realmente di fine stagione la merce posta in vendita sotto la voce “Saldo” deve essere l’avanzo della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino.
  3. State alla larga da quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono magicamente riempiti dei più svariati articoli. È improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.
  4. Conservate sempre lo scontrino: non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. Il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Se il cambio non è possibile, ad es. perché il prodotto è finito, avete diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono). Avete due mesi di tempo, dalla scoperta del difetto, non 7 o 8 giorni, per denunciare il difetto.
  5. Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio: sarete meno influenzabili dal negoziante e correrete meno il rischio di tornare a casa colmi di cose, magari anche a buon prezzo, ma delle quali non avevate alcun bisogno e che non userete mai. Valutate la bontà dell’articolo guardando l’etichetta che descrive la composizione del capo d’abbigliamento (le fibre naturali ad esempio costano di più delle sintetiche). Pagare un prezzo alto non significa comprare un prodotto di qualità. Diffidate dei marchi molto simili a quelli noti.
  6. Diffidate degli sconti superiori al 50%, spesso nascondono merce non proprio nuova, o prezzi vecchi falsi (si gonfia il prezzo vecchio così da aumentare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto). Un commerciante, salvo nell’Alta moda, non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto.
  7. Servitevi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistate merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell’acquisto.
  8. Negozi e vetrine. Non acquistate nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile. Controllate che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno.
  9. Diffidate delle vetrine coperte da manifesti che non vi consentono di vedere la merce.
  10. Prova dei capi: non c’è l’obbligo. È rimesso alla discrezionalità del negoziante. Il consiglio è di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati. Pagamenti. Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi, senza oneri aggiuntivi.
  11. Fregature. Se pensate di avere preso una fregatura rivolgetevi ad una Associazione di Consumatori, oppure chiamate i vigili urbani

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali