A LODI

Progetto Arcipelago, l'iniziativa per contrastare il disagio giovanile

Il progetto per contrastare il disagio in continua crescita

Progetto Arcipelago, l'iniziativa per contrastare il disagio giovanile
Pubblicato:

Anche nel territorio lodigiano, il disagio giovanile è problema preoccupante ed attuale più che mai. Negli ultimi anni difatti i casi sono aumentati del 39%, passando da una stima di 438 a 612 nell’anno 2022-2023.

Progetto Arcipelago

Questo progetto è nato dalla collaborazione dall’Ufficio di Piano dell’Ambito di Lodi e Fondazione Comunitaria, ed è stato presentato ieri martedì 23 aprile 2024 presso la Fondazione Comunitaria di Lodi. L'iniziativa ha il fine di andare a contrastare il disagio dei minori, creando degli spazi e dei servizi che possano incrementare il benessere dei giovani.

Il costo complessivo dell'iniziativa ammonta a 147.301 euro, di cui: 18.235 euro dalla Fondazione Comunitaria, 24mila euro raccolti dai dodici Comuni del Lodigiano, 83.579 euro dalla Regione Lombardia.

Gli interventi dei presenti

Il tema del disagio dei minori è caldo e viene affrontato dalle normative regionali e nazionali, oltre che dai protocolli di intesa locali, in cui sono coinvolte anche le Prefetture in prima linea. Il disagio dei giovani a livello sociale è indubbio e i sindaci lo sentono tutti i giorni. - afferma Roberta De Francesco, viceprefetto vicario di Lodi.

Per affrontare al meglio il disagio giovanile è fondamentale lavorare in sinergia con enti locali e realtà del Terzo Settore. Da cinque anni a Lodi esiste lo Spazio arancione, uno dei primi in Italia che promuove una presa in carico integrata degli adolescenti. Seguiamo 141 casi con problemi di dipendenza da sostanze psicoattive, come cannabis e cocaina, da alcol e da gioco online. Ci occupiamo di dipendenze, ma il disagio è tanto e spesso le dipendenze sono anche un sintomo della solitudine dei ragazzi. - Concettina Varango, Direttore SC servizio dipendenze ASST

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali