LA FOTOGRAFIA

Per l'Anci Lombardia la provincia di Lodi è terza per presenza di sindaci donna

La nostra città secondo i seguenti parametri: istituzioni, finanza, economia, territorio e società

Per l'Anci Lombardia la provincia di Lodi è terza per presenza di sindaci donna
Pubblicato:

La fotografia della nostra provincia tratta dal volume "I Comuni della Lombardia 2024" realizzato in collaborazione tra Anci Lombardia e l’Istituto per la finanza e l’economia locale-Fondazione Anci (Ifel) che analizza i comuni a secondo i parametri Istituzioni, Finanza, Economia, Territorio e Società. Ecco Lodi secondo Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

La provincia di Lodi per l'Anci Lombardia

"Quella di quest’anno rappresenta l’ottava edizione di questo compendio che ormai rappresenta una vera e propria bussola, per appassionati e addetti ai lavori, per muoversi nel mondo degli oltre 1.500 Comuni che compongono la Lombardia e approfondire informazioni e caratteristiche sui territori che li accolgono", ha dichiarato nella prefazione al volume Rinaldo Mario Redaelli Segretario Generale di Anci Lombardia.

"Sono tanti i temi presi in considerazione: dai dati demografici a quelli di carattere sociale (densità abitativa, indice di invecchiamento, tasso migratorio etc.), da quelli economici e finanziari (l’autonomia finanziaria e tributaria, i trasferimenti, le spese, le imprese attive, le specializzazioni economiche dei territori), allo stato delle unioni e delle fusioni dei Comuni, di cui presentiamo come sempre un aggiornamento, al personale dipendente dei Comuni e molto altro. Un’attenzione particolare è dedicata ai Piccoli Comuni della regione che rappresentano circa il 70% del totale e ai Comuni montani".

Ma quali sono le caratteristiche peculiari della provincia di Lodi? Primo dato che salta all'occhio è quello della presenza di sindaci donna, dove la nostra provincia è terza in regione con un 22,4%. Invece per la presenza di stazioni ferroviarie nei comuni: Lodi è in ultima posizione.

Nel dettaglio

Entrando nel dettaglio dell'analisi svolta, ad essere prese in considerazione sono cinque macroaree, ognuna a sua volta suddivisa in sottosezioni.

Istituzioni

Dal punto di vista delle istituzioni la provincia di Lodi, caratterizzata da 60 comuni totali per l'86,7% di piccole dimensioni, risulta essere sopra la media per quanto riguarda la presenza di sindaci donna che si attesta al 22,4%, al 3° posto a livello regionale. A livello regionale, infatti, il dato è del 18,4%. A livello anagrafico, invece solo 3 comuni su 60 possono "vantare" un sindaco al di sotto dei 35 anni di età.

Sindaci donna Lombardia

PROVINCIA DONNE UOMINI
Milano 28,80% 71,20%
Monza e Brianza 23,60% 76,40%
Lodi 22,40% 77,60%
Pavia 20,80% 79,20%
Sondrio 18,20% 81,80%
Varese 18,00% 82,00%
Bergamo 17,80% 82,20%
Como 17,10% 82,90%
Brescia 15,80% 84,20%
Lecco 15,70% 84,30%
Mantova 14,10% 85,90%
Cremona 10,10% 89,90%
Lombardia 18,40% 81,60%
Italia 15,20% 84,80%

Finanza

Brutte notizie per la provincia di Lodi alla voce finanza. La nostra provincia gode infatti di un'autonomia finanziaria del 71,40% (75,90% secondo i dati riferiti al 2021 e che tengono conto anche delle entrate derivanti dai Rifiuti solidi urbani). Dato questo che la pone nella quintultima posizione a livello regionale.

PROVINCIA CON RSU SENZA RSU
Bergamo 76,80% 76,70%
Brescia 79,90% 76,70%
Como 78,90% 75,60%
Lecco 78,20% 74,60%
Sondrio 76,10% 72,60%
Mantova 72,70% 71,70%
Lodi 75,90% 71,40%
Monza e Brianza 75,30% 71,10%
Varese 74,20% 69,60%
Pavia 74,10% 68,80%
Cremona 72,40% 68,20%
Milano 71,70% 67,90%
Lombardia 74,30% 70,50%
Italia 67,10% 61,00%

 

Si colloca invece al dodicesimo posto per entrate tributarie (312,5 euro pro capite), settima per extratributarie (160,0) e per entrate correnti (661,6). La nostra provincia si colloca inoltre in basso della classifica riguardo ai trasferimenti pro capite (313 pro capite) e dodicesima per spesa dei Comuni (708,3 euro pro capite).

Economia

Dal punto di vista dell'Economia la provincia di Lodi si colloca all'undicesimo posto per numero di imprese attive: i dati parlano chiaro. A fine 2022 si attestano 13.974realtà (dato a fine 2022), in calo del 0,00% sull’anno precedente (-0,2% la media regionale).

PROVINCIA 2021 2022 VAR %
Milano 306232 311723 1,80%
Brescia 106098 105790 -0,30%
Bergamo 84712 82946 -2,10%
Monza e Brianza 63408 64036 1,00%
Varese 59308 58589 -1,20%
Como 42931 42543 -0,90%
Pavia 41230 39829 -3,40%
Mantova 34144 33283 -2,50%
Cremona 25933 24977 -3,70%
Lecco 23100 22538 -2,40%
Lodi 13974 13974 0,00%
Sondrio 13685 13161 -3,80%
Lombardia 814755 813389 -0,20%
Italia 5164810 5129318 -0,70%

 

In termini di "pesi", al primo posto troviamo il settore primario (36,7%) seguito dall'industria (60,0%) e dai servizi solo per il 3,3%. Per quanto riguarda invece il reddito imponibile 2021 è di 3,6 miliardi, pari a 26.910 euro a persona (media regionale di 29.787).

Territorio

A livello di territorio la provincia di Lodi si pone a metà classifica per la potenza installata di impianti fotovoltaici pari a 230 MW. I KW per chilometro quadrato si attestano invece sui 77,6.

PROVINCIA MW KW PER KMQ
Brescia 659 137,8
Milano 468 296,8
Bergamo 428 155,5
Cremona 291 164,6
Mantova 291 124,3
Pavia 230 77,6
Varese 208 173,6
Monza e Brianza 152 374,5
Lodi 151 193,1
Como 135 105,5
Lecco 71 87,6
Sondrio 65 20,3
Lombardia 3150 132
Italia 25064 83

In termini di motorizzazione risulta essere al di sopra della media lombarda e, in particolare, si attesta al 63,3% a fronte di una media

pari al 63,1%.

Società

Alla voce "società"  la provincia di Lodi si attesta al sesto posto in Lombardia in termini di tasso migratorio con 28.915 persone (popolazione straniera) e un'incidenza sulla popolazione residente del 12,70%.

PROVINCIA Popolazione straniera residente
Incidenza sulla popolazione residente
Milano 475171 14,70%
Brescia 150383 12,00%
Bergamo 120821 10,90%
Monza e Brianza 79907 9,10%
Varese 75035 8,50%
Pavia 63495 11,80%
Mantova 55144 13,60%
Como 47149 7,90%
Cremona 42483 12,10%
Lodi 28915 12,70%
Lecco 26962 8,10%
Sondrio 10704 6,00%
Lombardia 1176169 11,80%
Italia 5030716 8,50%

 

Un dato significativo per la provincia di Lodi è quello legato al decremento della popolazione pari a -4,06 ogni mille abitanti, a fronte di una media regionale di 4,47 e nazionale di 5,45. Dato che la colloca all'ottavo posto in Lombardia.

PROVINCIA
Tassi per 1.000 ab.
Natalità Mortalità
Incremento naturale
Bergamo 6,76 10,52 -3,77
Brescia 6,92 10,29 -3,37
Como 6,33 11,43 -5,1
Cremona 6,32 12,51 -6,2
Lecco 6,32 11,55 -5,23
Lodi 7,02 11,08 -4,06
Mantova 6,42 12,48 -6,06
Milano
(Città metropolitana)
7,02 10,96 -3,94
Monza e Brianza 6,88 10,53 -3,65
Pavia 6,3 14,27 -7,97
Sondrio 6,68 12,1 -5,42
Varese 6,52 11,81 -5,3
Lombardia 6,76 11,23 -4,47
Italia 6,67 12,12 -5,45
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali