Attualità
Entro il 2023

In arrivo 50 nuovi treni in Lombardia, previsti anche i primi convogli a idrogeno

L'assessore Terzi: "Abbiamo investito circa 1.7 miliardi di euro per l’acquisto dei 222 treni nuovi che sostituiranno le vecchie carrozze"

In arrivo 50 nuovi treni in Lombardia, previsti anche i primi convogli a idrogeno
Attualità Lodi, 07 Gennaio 2023 ore 09:05

Attualmente sono in servizio 55 Caravaggio ad alta capacità, 26 Donizetti a media capacità e 4 Colleoni.

Investiti 1.7 miliardi di euro

Sono 85 i treni in servizio a partire dal primo gennaio sui binari lombardi, un anno fa erano 39 ma a fine 2022 ne sono arrivati altri 46 e non finisce qua perché entro il 2023 ne arriveranno altri 50. L'obiettivo entro il 2025 è quello di fornire i 222 nuovi treni acquistati dalla regione alla modica cifra di 1,7 miliardi di euro.

Caravaggio, Donizzetti e Colleoni sono i nomi dei treni attuali. I primi che sono quelli ad alta capacità sono 55, i secondi che si caratterizzando per la media velocità sono 26 e infine i Colleoni che hanno ripreso a circolare da poco dopo alcuni problemi che hanno necessitato un intervento risolutivo e sono 4.

Sono 9 invece i nuovi convogli Flirt TSI immessi in circolazione sulle linee gestite da TILO. I nuovi convogli portano maggiore confort e migliore puntualità ma anche affidabilità del servizio sulle linee in cui circolano, soprattutto sui collegamenti su cui effettuano una percentuale elevata delle corse programmate.

Caravaggio e Donizzetti

Fra le linee servite da Caravaggio, la linea S8 Milano-Carnate-Lecco – su cui il servizio è effettuato per il 100% da nuovi treni – dal 2019 al 2022 ha guadagnato 17 punti percentuali, salendo dal 71% all’88%; la direttrice Milano-Gallarate-Domodossola 21 punti percentuali, dal 63% all’84%; la direttrice Chiasso-Como-Monza-Milano 12 punti, dal 70% all’82%. Sulla direttrice Milano-Brescia-Verona, le cui performance sono fortemente condizionate dal transito su un’infrastruttura molto trafficata, l’introduzione in servizio dei nuovi convogli ha portato a una crescita della puntualità dal 62% al 74%.

Nel 2022 i Caravaggio hanno fatto il primo ingresso sulla rete Ferrovie Nord, entrando in servizio dal 5 settembre sulla Milano Cadorna-Varese Nord-Laveno Mombello Lago, e nel pavese: da domenica 11 dicembre tre convogli circolano sulla linea Milano-Pavia-Voghera-Alessandria.

I Donizetti consentono di raggiungere costantemente la puntualità del 95% sulla linea Colico-Chiavenna, su cui effettuano il 100% delle corse, e sulla Bergamo-Treviglio. Inoltre, grazie ai nuovi treni a media capacità sulla linea Bergamo-Brescia la puntualità è cresciuta di 30 punti percentuale, dal 53% all’83%; sulla linea Lecco-Bergamo di 15 punti, dal 64% al 79%.

Donizetti

I Colleoni e i treni a idrogeno

Dopo la risoluzione delle problematiche emerse alla messa in servizio, i Colleoni sono tornati a circolare sulla linea Brescia-Parma: oggi sono in servizio 4 nuovi convogli a motore diesel-elettrico.

Colleoni

Il 2023 vedrà l’arrivo in Lombardia di oltre 50 treni nuovi e la consegna dei primi convogli a idrogeno, che entro la fine dell’anno effettueranno le prime corse prova sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, in vista dell’ingresso in servizio commerciale nel 2024.

Terzi: “222 treni nuovi al posto delle vecchie carrozze”

“Il rinnovo della flotta è stato uno degli obiettivi della Giunta Fontana - sottolinea l’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi -. Abbiamo messo in campo risorse cospicue e concrete investendo circa 1,7 miliardi di euro per l’acquisto di treni nuovi, in totale 222, che andranno a sostituire da qui al 2025 le vecchie carrozze lasciate da Trenitalia nel 2011 in eredità al servizio regionale.

Di fatto c’è chi parla e chi fa e come Regione Lombardia proseguiamo il nostro impegno nel garantire ai lombardi treni nuovi, puliti e sicuri. Anche Rfi è chiamata a fare la sua parte: una regione come la Lombardia non può viaggiare su un’infrastruttura che per molte tratte non è adeguata al servizio se non addirittura a binario unico”.

Seguici sui nostri canali