Attualità
Poesia italiana e mondiale

Giornata mondiale della Poesia, a Lodi approda "Armiamoci di poesia"

Il Comune di Lodi celebra la ricorrenza con una campagna social e di affissioni “Armiamoci di poesia”.

Giornata mondiale della Poesia, a Lodi approda "Armiamoci di poesia"
Attualità Lodi, 20 Marzo 2022 ore 13:08

Il Comune di Lodi celebra la ricorrenza con una campagna social e di affissioni “Armiamoci di poesia”.

Giornata mondiale della Poesia

Lunedì 21 marzo 2022 è la Giornata mondiale della Poesia, istituita dalla XXX Sessione della Conferenza generale dell’Unesco nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo dell’anno successivo. La ricorrenza, che coincide con il primo giorno di primavera, riconosce alla poesia un ruolo privilegiato nella promozione della comunicazione e del dialogo tra le culture, superando le barriere linguistiche.
L’Amministrazione comunale celebra questa giornata con una campagna social e di affissioni di manifesti (70x100) dal titolo “Armiamoci di poesia”, incentrata sul tema della guerra. Protagonisti i grandi della poesia italiana e mondiale: da Arthur Rimbaud a Taras Shevchenko, da Trilussa a Cesare Pavese, da Wilfred Owen alla lodigiana Ada Negri.

Le composizioni verranno esposte lunedì negli spazi cittadini dedicati alle affissioni.

Anche i social del Comune renderanno omaggio alla poesia con post pubblicati a partire dalle 8.00 fino alle 22.00.

Giornata mondiale della Poesia, a Lodi approda "Armiamoci di poesia"

I commenti

“Abbiamo scelto convintamente il tema della guerra per condannare ancora una volta l’insensatezza della violenza e della tragedia che sta vivendo il popolo ucraino e per veicolare, attraverso la poesia, un messaggio di pace e di speranza”, spiega il Sindaco Sara Casanova.

“Anche quest’anno il Comune di Lodi rende omaggio a una delle più alte forme d’espressione dell’uomo, con un’iniziativa che ne esalta la meraviglia, rendendola facilmente accessibile per tutti, e offre anche l’occasione di riflettere sulla poesia come strumento di dialogo tra i popoli e di pace”, aggiunge l’assessore alla Cultura Lorenzo Maggi.
“La proposta dell’assessorato alla Cultura avviene in sinergia con le Politiche giovanili e le Pari opportunità - conclude l’assessore Giusy Molinari -. Le composizioni parlano infatti anche di giovani e di donne, di affetti spezzati e di come la guerra investa drammaticamente il futuro di tutti”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter