Lodi

Emergenza Covid: la distribuzione dei buoni spesa si avvia a conclusione

Le ultime consegne saranno effettuate nei prossimi giorni. 

Emergenza Covid: la distribuzione dei buoni spesa si avvia a conclusione
Attualità Lodi, 01 Settembre 2021 ore 17:57

La Polizia locale di Lodi effettuerà nei prossimi giorni le ultime consegne a domicilio dei buoni spesa destinati ai nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza Covid.

Emergenza Covid: la distribuzione dei buoni spesa si avvia a conclusione

I contributi erogati dal Comune di Lodi sono stati assegnati con un bando finanziato principalmente con risorse destinate dal Governo alla promozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, e per una quota anche dal Comune con fondi propri, per un ammontare complessivo di 125.300 euro assegnati a 388 beneficiari, di cui 9.500 euro stanziati dall’ente.

In sospeso 8 domande

Restano ancora in sospeso 8 domande per necessità di ulteriori approfondimenti circa i requisiti presentati dai candidati.

“I cittadini che hanno ricevuto i buoni spesa potranno utilizzarli per acquisti di alimenti e beni di prima necessità negli esercizi commerciali convenzionati - dichiara il Sindaco Sara Casanova -. Il Comune di Lodi ha integrato le risorse del Governo con fondi propri, credendo fortemente nel valore di questa iniziativa che, seppur in modo temporaneo, offre un’opportunità di sollievo alle famiglie più colpite dagli effetti della crisi. Da aprile 2020 sono quattro i bandi indetti dal Comune, per circa 1700 domande ammesse e oltre 500.000 euro erogati.

Mi preme ringraziare i nostri Servizi sociali per il lavoro di controllo lungo e meticoloso effettuato sui requisiti presentati dagli utenti e per assicurare che l’assegnazione dei buoni potesse avvenire in modo equo e corretto. Comprendo bene che il periodo di attesa necessario per completare queste delicate procedure possa aver creato qualche disagio alle persone in condizione di bisogno, tuttavia assicuro che i nostri uffici hanno lavorato con il massimo impegno per accelerare le verifiche e arrivare alla formazione di una graduatoria rispettosa dei criteri stabiliti per l’accesso agli aiuti”.