Attualità
Lodi

Chiamate dalla banca, ma è una truffa: Bpm mette tutti in guardia

L'avviso della banca ai propri clienti, dopo alcune truffe andate a segno di recente

Chiamate dalla banca, ma è una truffa: Bpm mette tutti in guardia
Attualità Lodi, 13 Gennaio 2023 ore 12:16

Possono arrivare chiamate o messaggi col numero della banca, ma è una truffa: Bpm mette in guardia dopo che alcuni clienti sono stati truffati.

Occhio ai raggiri e alle truffe

Una telefonata o un sms direttamente dalla banca. Anzi, ed è bene sottolinearlo: non dalla banca, ma con il numero della propria banca o comunque con il numero vedere dell'istituto di credito. In realtà non c'è nulla di vero e spesso si tratta di vere e proprie truffe nelle quali alcuni clienti cadono, con il rischio di trovarsi nel giro di pochi istanti con il conto corrente completamente svuotato.

Si tratta insomma di raggiri che è decisamente saggio evitare e nei confronti dei quali Bpm sta mettendo in guardia i propri clienti con un sms (vero) dove chiede di prestare massima attenzione in modo da non cadere nella rete di truffatori e malintenzionati.

Le indicazioni di Bpm

Le indicazioni fornite da Bpm sono state diffuse nel corso degli ultimi giorni dal momento che alcuni clienti sono caduti nella trappola.

Solitamente, come spiega la banca nel messaggio diffuso ai clienti e anche sul proprio sito internet, i truffatori chiamano appoggiandosi a numeri telefonici esteri (dove è possibile, in sostanza, chiamare cambiando numero di telefono) e, una volta contattato il cliente, chiedono di fornire i dati di accesso al proprio home banking.

Ma una volta che il cliente ha fornito tali dati, il gioco è fatto e i malviventi possono accedere e svuotare il conto nel giro di pochi istanti e con una manciata di passaggi.

Le raccomandazioni della banca

Bpm - come anche la maggior parte delle banche - ricorda che in realtà tali dati non vengono mai chiesti, soprattutto per telefono. Si tratta infatti di dati e password sicuri e personali che appunto consentono di accedere al proprio conto corrente e che quindi non vengono diffusi né viene fatta richiesta di comunicarli agli operatori.

Nel caso in cui si sia andati incontro a qualche spiacevole episodio, è necessario avvisare immediatamente la banca e le forze dell'ordine, presso le quali è possibile sporgere denuncia.

Seguici sui nostri canali