Attualità
poliamo il mondo

25 volontari in azione per pulire le sponde dell'Adda

Il bottino? Eternit, biciclette rubate, brande, bottiglie di birra e tanta plastica.

25 volontari in azione per pulire le sponde dell'Adda
Attualità Lodi, 20 Maggio 2022 ore 17:07

Puliamo il Mondo oggi a Lodi: 25 volontari, lavoratori della BPM e Legambiente hanno liberato dai rifiuti parte delle sponde della riva destra dell’Adda e della spina verde. Il bottino? Eternit, biciclette rubate, brande, bottiglie di birra e tanta plastica.

25 volontari in azione per pulire le sponde dell'Adda

Nella giornata di oggi, 20 maggio 2022, dopo essersi trovati a Piarda Ferrari, 25 volontari, tra cui 19 lavoratori della BPM, soci del Circolo Legambiente LodiVerde e qualche altro cittadino aggiuntosi in strada, hanno liberato dai rifiuti parte delle sponde della riva destra dell’Adda (dal ponte nuovo sino al parcheggio del Belgiardino).

Una squadra di ardimentosi, dopo aver raccolto i rifiuti lungo la via Difendente, si è inoltrato nella macchia e lungo le sponde della roggia alla Spina Verde.

Raccolto di tutto

Se lungo i passeggi della sposa dell’Adda prevalgono mozziconi di sigaretta (che i mezzi di Linea Group non riescono a raccogliere) sulle rive, nei parcheggi dei ristoranti e a Belgiardino prevale la plastica e le bottiglie di birra. Lungo via del Capanno, il piccolo rifugio in legno, è diventato un deposito di rifiuti per tutti i fruitori della zona: bottiglie, avanzi più nick, tanta plastica.

"Siamo stati sorpresi della sporcizia accumulata lungo le siepi di via Defendente, in prossimità della Questura, e soprattutto, lungo la roggia che costeggia il nuovo quartiere della Spina Verde: una intera tettoia in eternit a pezzi, bidoni in plastica e metallo, avanzi di gazebo e reti metalliche, brande, copertoni, teli in plastica e tappeti. Non siamo riusciti a rimuovere altri bidoni interrati, una cucina economica, frigoriferi e altri rifiuti interrati o troppo pesanti per le nostre mani."

4 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter