Bike Sharing del Comune di Lodi: la riorganizzazione

L'assessore alla viabilità Tarcini spiega le nuove idee.

Bike Sharing del Comune di Lodi: la riorganizzazione
Lodi, 26 Febbraio 2019 ore 09:55

Bike Sharing del Comune di Lodi: si parte con la riorganizzazione.

Bike Sharing Lodi

Con l’approvazione della Delibera di Giunta n.21 del 20.2.19 si dà corso al procedimento di riorganizzazione del sistema di Bike Sharing comunale, attraverso un percorso che prevede l’affidamento in concessione di un servizio di noleggio e custodia nei pressi della stazione ferroviaria. La riforma si è resa necessaria in virtù delle condizioni in cui versano i 2 sistemi di noleggio attualmente disponibili: il primo denominato “We Love Bike”, avviato nell’anno 2014, ed il secondo “C’entro in Bici” risalente all’anno 2003.

Dotazione dimezzata

Per ragioni diverse entrambi i sistemi avevano perso la propria funzionalità e con questa la capacità di soddisfare la domanda di mobilità espressa dall’utenza: l’inziale dotazione di biciclette infatti, circa 100 veicoli, si era nel tempo più che dimezzata a causa di furti ed atti vandalici e le restanti versavano in condizioni di vetustà tali da non poter garantire la sicurezza ed il comfort del passeggero.

Assessore Tarchini

“Da qui – spiega l’assessore alla viabilità Alberto Tarchini – è nata l’idea di valorizzare 26 bici, già di proprietà del Comune di Lodi e conservate in ottimo stato presso i magazzini comunali, ricercando un operatore che si assumesse l’onere di rendere disponibile per la cittadinanza questo patrimonio inutilizzato. La scelta della stazione ferroviaria (alla quale si collega il terminal bus) come ambito in cui offrire questo tipo di servizio è maturata sulla base della consapevolezza che questo luogo rappresenta il principale e più importante snodo intermodale cittadino”. Chi per ragioni di studio o lavoro raggiungerà l’area viaggiando con il treno o con l’autobus potrà infatti contare sulla possibilità di percorrere in modo sostenibile “l’ultimo miglio” che lo separa dalla meta.

“Il progetto riveste un importante carattere sperimentale – conclude Tarchini -, perché al soggetto che gestirà l’attività di noleggio verrà chiesto di raccogliere in modo dettagliato i dati relativi all’utilizzo dei mezzi, così che nel tempo l’offerta possa essere adattata sulla base delle necessità espresse dalla città. Nel corso dei prossimi giorni verrà steso e pubblicato il bando ed attivata la procedura di selezione del gestore. L’auspicio è che il procedimento possa aver raggiunto il buon fine in tempo utile per l’apertura del nuovo collegamento ciclopedonale per l’università, i cui lavori di realizzazione sono iniziati da qualche giorno”.  

LEGGI ANCHE: Vaccini Lodigiano, record di genitori virtuosi

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia